Gestione delle persone: 5 strategie di team management

Gestione delle persone

Riepilogo

La gestione delle persone è un elemento strategico nel Branding. Le imprese, oggi, devono concentrarsi prima sulle risorse e poi sull'organizzazione.

In questo articolo

La Gestione delle persone ha a che fare con l’attività di Branding, perché se c’è una cosa che i Brand devono fare oggi è non solo acquisire talenti che possano riconoscersi nei valori e nell’identità dell’impresa, ma trattenere quelli che hanno.

Gestione delle persone: perché il team management è un elemento strategico del Branding?

Ognuno di noi ha incontrato nella propria vita pessimi manager, incapaci di valorizzare le risorse, ma anche ottimi manager capaci di ispirare e accompagnare i collaboratori nel percorso di crescita.

Troverai scritto parecchie volte, su questo blog, che non esiste un manuale universale valido per tutti coloro che si occupano della gestione delle risorse umane. Quando abbiamo a che fare con le persone la faccenda si complica, perché ognuno ha il proprio sistema di valori, per cui il manager delle risorse umane deve essere in grado di sposare quei valori con i valori aziendali.

Team Management - Il team di Larry Agency

La gestione delle persone al primo posto.

Il mercato si è trasformato profondamente. Se prima le imprese erano concentrate sull’organizzazione, oggi devono focalizzarsi sull’acquisizione dei talenti e sulle risorse del team.

Il Brand ha a che fare con i valori e con le persone che condividono quei valori. Si chiama Employer branding ed è quella strategia che posiziona l’azienda non in base al prodotto o al servizio che vende, bensì in base al clima aziendale e alla sua reputazione. Per fare in modo che il brand venga percepito positivamente all’esterno, è necessario lavorare sulla gestione dei processi interni e sulle persone che fanno parte dell’impresa. E questo è il punto di partenza di qualunque lavoro di Branding con i clienti.

5 strategie per la gestione del team.

L’abbiamo affermato poco fa, non esiste un manuale valido per tutti. Le 5 strategie che stai per leggere fanno parte della nostra esperienza, maturata all’interno di un Network che conta più di 100 persone, alcune delle quali sparse in sedi dislocate in zone d’Italia.Lascia che ti raccontiamo le 5 strategie che abbiamo individuato per una corretta gestione delle persone.

1) Crea momenti one to one con i membri del team

Costruire il team e gestirlo è un’attività che richiede pazienza, lungimiranza ed empatia. Quando è nata Larry Agency, abbiamo investito tanto tempo negli incontri one to one. Questi incontri non hanno lo scopo di fare la reportistica delle attività ma hanno 3 obiettivi più profondi:

  • instaurare un rapporto di fiducia (che deve essere reciproca) con ciascun membro del team;
  • inviare segnali sul proprio stato emotivo rispetto all’ambiente di lavoro (specie se la risorsa ripone fiducia nel team manager);
  • crescere professionalmente.

2) Incoraggia la crescita professionale con obiettivi nuovi e diversi

Ognuno di noi ha le proprie abilità. Parlare di crescita professionale con il proprio team significa dire che ciascuno può diventare la versione migliore di sé. Se continuiamo ad abitare la nostra zona di comfort non può esserci crescita professionale.

Per questo motivo è importante che il team leader ponga obiettivi differenti e assegni compiti che hanno poco a che fare con le skills verticali del gruppo. Quando usciamo dalla nostra zona di comfort per risolvere problemi o affrontare sfide impensabili, il cervello è nelle condizioni di acquisire nuove informazioni e quindi crea nuovi frame con nuovi set di abilità.

La gestione delle persone migliora il Brand

3) Approfondisci il rapporto umano

Abbiamo sempre pensato che la sincerità sia l’unica strada percorribile quando hai a che fare con la gestione delle persone. La verità non è semplice, spesso costa caro. Tuttavia, è l’unico modo per affermarti come (buon) leader.

Con la stessa verità, mettiamo il team nelle condizioni di aprirsi con noi e coltiviamo i rapporti. Sarà più semplice, alla lunga, mantenere il timone. Ad esempio, la domanda “Come stai?”, seppur semplice è potentissima quando hai a cuore le persone con cui collabori, ed è sufficiente per mettere il team nelle condizioni di aprirsi.

4) Analizza le dinamiche del team

Soprattutto quando stai avviando un’azienda, ma anche dopo in realtà, il consolidamento del team conta ancora di più del raggiungimento del budget. Costruire un ambiente sano, comprendere le dinamiche del team offrendo supporto e aiuto, permette di avere un capitale umano soddisfatto e performante. Inoltre, le persone avvertiranno l’azienda come fosse la loro e diventeranno principali testimonial dell’impresa. Se non è questo Branding, anzi Employer Branding!

5) Documenta tutto

Potrebbe apparire come un’attività superflua, eppure documentare gli incontri è importante. I motivi sono essenzialmente due: hai una sorta di memorandum dei temi affrontati durante le riunioni; i documenti che produciamo ci aiutano a non perdere tempo nella riunione successiva.

Quali sono i due principali errori nel processo di gestione delle persone?

Il primo errore è non cadenzare gli incontri. Il secondo è pensare che le persone possano autogestirsi senza una guida e senza una chiara assegnazione dei task, soprattutto in una fase iniziale. Solo dopo, il team trova la sua strada per organizzare al meglio il lavoro.

Infine, le verifiche settimanali e l’affiancamento sono elementi straordinariamente utili e funzionali alla crescita professionale quando ci tuffiamo in nuove esperienze.Cosa aggiungeresti a queste 5 strategie? Ci “vediamo” nei commenti, oppure sulla nostra pagina LinkedIn.

Ti piace questo articolo? Condividilo:
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Vota e commenta l'articolo!

0 0 Voti
VOTA L'ARTICOLO
Registrati
Inviami un'email per
guest

0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

Altri articoli dal Blog di Larry

Think Small

Think small, la storica campagna di Volkswagen che ha rivoluzionato il modo di fare branding

Think small, la campagna Volkswagen che ha rivoluzionato il modo di fare pubblicità. Lasciati ispirare e affidaci il tuo progetto di branding.
Leggi tutto
Cosa significa Pantone

Cosa significa Pantone? La storia del Brand dei colori

Cosa significa Pantone? È la domanda dei creativi che, dall'anno 2000, hanno iniziato a chiedersi quale sia il colore dell'anno.
Leggi tutto
Character Design

Character Design: cos’è e a cosa serve nel Branding?

Character Design: cos'è e perché potrebbe essere utile in una strategia di Branding? Ti raccontiamo i 5 elementi da tenere a mente.
Leggi tutto

Restiamo in contatto

Iscriviti alla nostra newsletter, promettiamo di non inviarti una marea di email ogni giorno ma solo contenuti di valore sul Branding ogni tanto.

0
Che ne pensi di questo articolo? Scrivi un commento.x